QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

Nell’ambito del Progetto “Area a rischio, noi, alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado, dell’Istituto Mattarella – Bonagia, guidati dalla prof.ssa Civiletti Giacoma, abbiamo partecipato al Progetto “  Difendiamo l’Ambiente … io riciclo e tu?”. Il Progetto sulla raccolta differenziata e sul riciclo nasce dall’esigenza di capire che l’ambiente è un bene fondamentale che va assolutamente tutelato; in particolare  ci siamo concentrati sul  riutilizzo dei materiali per la costruzione di manufatti.

Gli obiettivi di questo progetto sono stati: motivare noi alunni alla raccolta differenziata, educare ad evitare gli sprechi, insegnare il riutilizzo dei materiali, introdurre le problematiche dei rifiuti e dell’inquinamento, conoscere l’utilizzo domestico ed industriale di carta, vetro e plastica, imparare a progettare e realizzare oggetti e manufatti riciclando carta, vetro e plastica. La lezione ha previsto una prima parte di carattere informativo sul tema dei rifiuti e sulle norme che regolano la raccolta differenziata e una seconda parte di tipo laboratoriale. Abbiamo partecipato a questo progetto per soddisfare la nostra curiosità su come sono fatti e costruiti i materiali ed il nostro desiderio è stato accontentato. La nostra insegnante è stata brava ad articolare le attività in tre moduli:Il primo moduloprevedeva informazioni e conoscenze per poter distinguere rifiuti organici e inorganici, varie tipologie di rifiuti quali: carta, vetro, plastica, alluminio, rifiuti pericolosi ed il vetro, la carta nella raccolta differenziata.Il secondo modulo prevedeva uno spazio per crearee produrre oggetti con materiale di riciclo e realizzare dei cartelloni. Il terzo modulo in cui abbiamo realizzato una raccolta di filastrocche, letture e poesie sui rifiuti e raccolta differenziata. Grazie a questo progetto è nata in noi e ci auguriamo tanto succeda anche nelle nuove generazioni, la pratica di nuove abitudini prendendo conoscenza sulla corretta gestione dei rifiuti, la motivazione alla raccolta differenziata e l’idea del riutilizzo di materiali che con tanta fantasia acquistano una nuova vita. Gli incontri sono stati di tre o quattro ore. La professoressa inizia le attività raccontando la storia dei rifiuti a partire dall’età della pietra poi ci legge una Fiaba sulla Plastica intitolata “ Cuore di Plastica”; successivamente introduce il concetto di Riuso e di Riciclo; dopo circa 15 minuti di pausa, iniziamo le attività di laboratorio ovvero dalla teoria alla pratica. La nostra professoressa aveva portato delle cassette di legno della frutta, di quelle usate al mercato, poi tanti tappi di sughero, dei barattoli di vetro, dei nastrini e delle stoffe vecchie e in più del cartone e tanto altro materiale che non serviva più.. ovvero che sembrava da buttare. Quindi tutti al lavoro….. Il secondo incontro, eravamo curiosi di sapere come andasse a finire la storia sui rifiuti… e la professoressa Civiletti ci ha raccontato la storia dei rifiuti dal Medioevo sino ai nostri giorni, arrivando alla raccolta differenziata, che oggi si attua solo in pochi quartieri della nostra città e alla differenza tra rifiuti organici e inorganici. Inoltre ci ha parlato di  come nel lontano 1997, in Italia viene introdotto il Decreto Ronchi per promuovere la gestione sostenibile dei rifiuti e la strategia delle 5 R: Raccolta, Riduzione, Riuso, Riciclo e Recupero; quindi.. si continua con le attività di laboratorio.. ognuno di noi si dà da   fare. Negli incontri successivi, abbiamo iniziato con la lettura e le riflessioni su  alcune fiabe sulla plastica, una di queste fiabe intitolata “Cenerentola la busta di plastica” ci ha fatto comprendere l’importanza del riciclo di materiali, come la plastica e il perché riciclare la plastica è importante, infatti riciclandola si risparmiano le sostanze prime, come il petrolio e i gas naturali ed inoltre si ha un grosso risparmio economico dovuto ai costi di smaltimento e sul trasporto delle materie prime. Abbiamo poi letto una fiaba sulla carta ed il cartone, intitolata “ Il giornale riciclato”; anche recuperare la carta è importante perché si risparmia acqua e legno. Ricordiamo che la carta deriva dalla cellulosa e la nostra professoressa ci ha ricordato che produrre carta significa abbattere tanti alberi. I nostri oggetti cominciano a prendere forma.. Antonina ha incollato tanti tappi di sughero ed ha dato vita ad un porta caramelle, Gaetano insieme a Giuseppe e Mario hanno carteggiato e poi dipinto le cassette con il ducotone colore verde acqua, Cristina e Giulia hanno colorato dei fiori finti ormai vecchi che sembravano nuovamente sbocciare; Asia e Giusy si sono dedicati alla realizzazione del vaso a partire da un barattolo di nutella, Sofia, Giada ed Alessia hanno iniziato la costruzione di un porta grissini con l’uso di bastoncini di legno…. intanto il tempo a disposizione è finito e ci diamo appuntamento al prossimo incontro in  cui abbiamo letto le carte di identità di alcuni materiali riciclabili come il vetro, l’acciaio, l’alluminio e la plastica e Filippo insieme a Gaetano hanno realizzato un cartellone. Riciclare l’alluminio e l’acciaio ha sia un vantaggio ambientale, per la mancata estrazione minerale e per il minor inquinamento, sia un vantaggio economico per il risparmio sui costi di smaltimento; con l’uso del pc abbiamo realizzato il nostro diario di bordo.  Poi subito al lavoro per ultimare i nostri oggetti, il tavolino è definito , il porta caramelle anche, Giada ed Alessia stanno ultimando il raccoglitore dove conservare le fiabe lette, realizzato con stoffa riciclata e nastrini colorati, Antonina invece ha realizzando un porta foto con il cartone della stoffa e attaccando tanti bottoni, mentre Lorenza, Asia e Giusy hanno cercato di costruire un telaio per poi realizzare un tappetino con vecchie lenzuola; la nostra esperienza volge alla fine, per molti di noi è stata una bellissima opportunità imparando e facendo insieme . Inoltre la nostra professoressa ci ha somministrato un test  per valutare l’interesse alla raccolta differenziata, e poi subito al lavoro per ultimare e consegnare in tempo entro il prossimo incontro e non lasciare nulla in sospeso; ma è arrivato il oggi il giorno dei saluti e quindi tante foto e siamo felici di aver fatto parte del gruppo… Progetto: Difendiamo l’Ambiente …io riciclo e tu?

  • IMG-20180420-WA0001
  • IMG-20180420-WA0002
  • IMG-20180420-WA0003
  • IMG-20180420-WA0004
  • IMG-20180420-WA0005
  • IMG-20180420-WA0006
  • IMG-20180420-WA0007
  • IMG-20180420-WA0009
  • IMG-20180420-WA0010
  • IMG-20180420-WA0011
  • IMG-20180420-WA0012
  • IMG-20180420-WA0014
  • IMG-20180420-WA0016
  • IMG-20180420-WA0017
  • IMG-20180420-WA0018
  • IMG-20180420-WA0020
  • IMG-20180420-WA0025
  • IMG-20180420-WA0026
  • IMG-20180423-WA0001
  • IMG-20180423-WA0002
  • IMG-20180423-WA0004
  • IMG-20180423-WA0005
  • IMG-20180423-WA0006
  • IMG-20180423-WA0007
  • IMG-20180423-WA0008
  • IMG-20180423-WA0009

 

 

 

 

 

In primo piano

URP

Istituto Comprensivo
"Mattarella - Bonagia"
Via Del Castoro, 13
90125 Palermo
Tel: +39 091 444138
Fax: +39 091 6481316
PEO: paic892001@istruzione.it
PEC: paic892001@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. PAIC892001
Cod. Fisc. 97014380824
Fatt. Elett. UFWB58